Bailamme il racconto in musica dell’Ordine Mondiale che fagocita il Mondo







Era molto tempo che non assistevo a un’opera così intelligente capace di “intrattenere”, di far ridere di segnalare al pubblico- cittadino che non è popolo sovrano in realtà, non lo è.
Tutta la “controinformazione “da anni scrive quale sia il vero governo del mondo: un’organizzazione mondiale-chiamata Ordine Mondiale- composta da finanzieri banchieri e uomini di potere che decidono le sorti del pianeta. Un impegno sociale lirico e teatrale, attraverso ballate e pensieri talvolta estranianti ispirati/ispiranti a Brecht (non vi è un così alto livello di linguaggio, ma sono certa che vi sarà in futuro…).
I costumi e gli oggetti di scena sono appesi/ sospesi nella penombra. Postazioni come isole, corde che trattengono strutture di ferro, composizioni scomposizioni: un moto perpetuo, i corpi degli attori hanno un loro”compito” (ah, finalmente!) san quel che devono fare, quando farlo e come.Il cantore con il megafono scandisce i “quadri”: numerosi e ricchi.Un racconto che abbraccia tutto e che inizia con le grida di protesta (inascoltate) dei giovani del G8 di Genova del 2000 (a me è parso si riferisse al quel punto di “non ritorno”visto il sangue versato in scena).L’esilarante tragicomico gruppo dei potenti che si riuniscono facendo progetti e scandendo sentenze, cercando soluzioni per imbrigliare il popolo e nascondere la verità! Personaggi quasi cartoon, per come sono interpretati ma autentici.
È  di mira  un bambolotto che rappresenta la repressione e che si chiama Pino (chet?).Insomma un’impeccabile liturgia della risata si sposa con la contro-informazione (che in realtà è informazione non pilotata). Un lavoro estenuante, esteticamente bello pieno, fatto di stratificazioni sceniche che rendono ancor più affascinante il teatro nel teatro. Un lavoro faticoso per tutti che va premiato.Da rivedere subito, prima possibile. Fa molto bene al teatro, tutto, a tutti.
BAILAMME
Opera musicale povera e senza musica

Scrittura scenica di Simone Barraco ispirata alle opere di B. Brecht
Produzione del Centro Artistico Internazionale Il Girasole
Regia Simone Barraco
Interpreti Gabriele Ciccotosto, Silvia Corona, Arianna Iacuitto, Gioia Giulianelli, Francesco Giuliano, Beatrice Progni, Maria Sivo, Pasquale Smiraglia, Lorenzo Tracanna e Gianmarco Vettori
Regista collaboratrice Dora D’Agostino Collaborazione artistica Francesca Farcomeni Aiuto regia Maria Sivo Assistenti alla regia Margherita Longobardi e Alice Marino Disegno luci Luigi Biondi Scene Fiammetta Mandich
Costumi Davide Zanotti Coreografie Vincenzo Gentile
Direzione cantanti Arianna Manias Foto e video Giacomo Siciliani
Assistente al progetto e organizzazione Lorena De Gregorio Grafica Luca Staiano







Maria Chiara DApote
Informazioni su Maria Chiara DApote 285 Articoli
Laureata in Lettere presso il Dipartimento di "Italianistica e Spettacolo "della Università "La Sapienza di Roma". Si occupa da anni di Teatro,Cinema,Poesia,Pittura. Dal 1986 fa insegnamento Primario e Didattica dello Spettacolo per bambini, in una visione olistica,sistemica, dell' Essere Umano. Ha pubblicato articoli sul quotidiano socialista Avanti! (avantioline). Dal Gennaio 2016 scrive sul giornale  Il Tabloid, pubblicando articoli nella rubrica Cinema e Spettacolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.