Massimiliano Bruno: “Mi ha chiamato Rai Cinema per chiedermi di fare un seguito di ‘Non ci resta che il crimine’”







Il regista e attore Massimiliano Bruno è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta da Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Bruno è in sala col suo nuovo film “Non ci resta che il crimine”

“Ci siamo scontrati con Acquaman. Questa è la sfida del cinema italiano, noi dobbiamo combattere ogni settimana con 2-3 colossi americani, che sono meravigliosi ma che un pochino ci surclassano sul mercato. Mi dicono che era dai tempi di Muccino 11 mesi fa che un film italiano non vinceva il weekend. E’ motivo di grande orgoglio, anche perché non ero primo nel weekend da “Viva l’Italia. E’ nato dalla voglia di fare qualcosa di diverso”.

Sul fascino del male

“Ci sembrava buona l’idea di una commistione tra generi. Mixare la commedia col film d’azione, Ritorno al futuro che incontra Romanzo Criminale. Oggi c’è questa propensione stucchevole, anche da parte mia, di seguire serie tv dove l’omicidio è all’ordine del giorno e i criminali sono visti quasi come eroi. Allora ho detto: prendiamo in giro questo fascino del male, dissacriamolo, facciamo diventare il Dandi di Romanzo criminale un imbecille. E’ venuto fuori un film che il pubblico sta apprezzando e questo è bello. Siamo un Paese in cui alcuni di quelli che hanno comandato sono poi stati etichettati dalla storia come sciocchi. Uno che parlava come Mussolini tanto bene col cervello non poteva stare, era sicuramente uno che aveva manie di grandezza, un ego spropositato, un modo di parlare da malato mentale. Per non citare politici del momento… Comunque si tende ad identificare il cattivo nei politici. Quelli di sinistra pensano che Salvini sia cattivo, quelli di destra pensano che… va bè adesso non c’è nessuno di sinistra, diciamo che quelli di destra pensano sia cattivo un cartonato di Renzi”.




Su Roma

“Quello dell’immondizia è un problema cronico di Roma. Da quando ero piccolo mi ricordo ancora lo spot dei giocatori della Roma su Roma pulita, con Falcao e Bruno Conti che si passavano un barattolo per la strada e uno spazzino prendeva sto barattolo e lo buttava nel cestino. Il problema del traffico e dell’immondizia, finchè saremo in una seconda fascia economica in Europa, sarà difficile risolverlo a Roma e a Napoli rispetto magari alle città del Nord Italia. Mi è capitato di andare a Pavia e sembrava di stare in un museo. Se Roma fosse così saremmo tutti più felici e tranquilli, invece siamo tutti arrabbiati in questa città”. 

Su Ilenia Pastorelli

“Ilenia è una ragazza molto talentuosa, studiosa, vuole migliorare. Mi ricorda Valerio Mastandrea alla sua età. All’epoca usciva dal Maurizio Costanzo Show, si sentiva molto il suo accento romano, era un po’ come Ricky Memphis. Poi Valerio ha studiato e ha fatto anche altri ruoli, non solo quelli comici. Ilenia sta facendo questo percorso. Mi è piaciuto dare alla donna la scena finale del film in cui alla fine frega tutti. Ilenia è una persona adorabile, viene da due successi come Jeeg Robot e il film di Verdone quindi non è una che sta lì per caso”.

Su Gianmarco Tognazzi

“Ieri sera ero al telefono con lui. Mi ha fatto una telefonata affettuosa e molto commovente. Lui è un bravissimo attore, ma non era mai riuscito ad avere il ruolo di numero uno nei film, e io ieri l’ho ringraziato perché ha dato un upgrade incredibile al film e lui mi ha a sua volta ringraziato dicendomi: tu e Gabriele Muccino mi avete dato l’occasione di dimostrare davvero quello che so fare. Spero davvero che dopo questo film il cinema capisca che c’è un nuovo protagonista da giocarsi, come l’abbiamo capito anni fa per Giallini ed Edoardo Leo”.

Sui progetti futuri

“Io stavo lavorando a un film, dopodichè lunedì mattina mi hanno chiamato i vertici della Rai e mi hanno detto: ma l’idea di fare un seguito ti piace? Io gli ho detto di sì, quindi oggi ho una riunione con Rai Cinema di cui parleremo proprio di questo. Quindi può darsi che a breve mi metterò a scrivere il seguito, ma bisognerà vedere se gli attori saranno subito disponibili”.

Fonte: Radio Cusano Campus




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.