Il 1 ottobre al MAAM dalle 17 a mezzanotte, Independent Night

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Independent Night, un evento unico al MAAM di Roma, ce lo racconta Fabrizio dei Mardi Gras.

Ciao a tutti! L ‘idea mi è venuta da una mia urgenza: quella di portare la musica in ambienti diversi da dove è normalmente fruita dal vivo, ovvero club e teatri o palazzetti. Nulla in contrario ovviamente, ma ci sono luoghi che ti colpiscono e il primo pensiero che ti viene in mente è “Sarebbe bello avere qua un palco e artisti che suonano e raccontano le loro storie”. E con il Maam è successo proprio questo. Ogni sabato mattina il mio amico storico Gianluca, anche lui presente con le sue opere dentro il Museo, incontra i visitatori nel piazzale subito a ridosso all’entrata e fa fare loro una visita guidata raccontando questo ex Salumificio riconvertito in Museo appunto, con una particolarità che sono le abitazioni. Il Maam ospita famiglie provenienti dai quattro Continenti che qua vivono in un’atmosfera unica, in un equilibrio perfetto, e inserite nel tessuto sociale del quartiere.

I visitatori cosi si possono imbattere in installazioni, opere di street art molto importanti, ma anche in bambini che giocano, e gli abitanti alle prese con la loro quotidianità.

Ogni opera racconta un mondo, ogni installazione parla, ogni murales ti porta da qualche parte. Ecco avere anche la musica suonata e raccontata sarebbe stato molto affascinante. Il Museo non è un luogo che fa eventi, è un luogo da rispettare con le sue dinamiche, dunque non è stato come proporre un concerto della tua band  a un direttore artistico di un club.

Certo al Maam si fanno incontri, conferenze, ci sono artisti che si recano li a dipingere, a creare, e ultimamente, mi riferisco alla Maam Parade del 24 aprile, anche la musica suonata si è impossessata di vari spazi del Museo in una no stop gioiosa e molto partecipata.

Però ho avuto molti incontri sia con il direttore del Museo Giorgio De Finis, sia con Metropoliz che con gli abitanti e via via intravedevamo la via di fare un festival nella sala concerto del Museo.

Gli artisti che scelsi erano tutti artisti la cui loro musica si inseriva perfettamente nelle tematiche del Maam, musica che parla di integrazione e convivenze con altre etnie, storie provenienti dagli Ultimi di questa società. Brani con messaggi di Speranza, contro le omologazioni.

E per raccontare il Maam alle giovani generazioni ecco una giovane orchestra proveniente dal Respighi che ha scelto di proseguire anche dopo la fine del triennio delle medie.

Ed ecco qua la Maam Independent night si svolgerà il 1 ottobre dalle ore 17! E siete tutti invitati!



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PotrestiLeggere