Teatro Palladium, sabato si inaugura la nuova stagione con Apocalisse tascabile

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Teatro Palladium,

Sabato 8 ottobre prende il via la nuova stagione del Palladium con il primo appuntamento della rassegna teatrale “Audience Revolution”. Lunedì 10 alle 17.30 si terrà la proiezione del film “Frida”, a ingresso gratuito, per la rassegna “Le decime Muse. Donne artiste al cinema”. Martedì 11 alle ore 20.00 un evento speciale in memoria di Marco Maria Gazzano, con tanti ospiti dal mondo accademico e cinematografico.

Senza alcun preavviso, Dio compare in un supermercato

 Senza alcun preavviso, Dio compare in un supermercato nella periferia di Roma e vi annuncia la fine del mondo.” Si apre così, sabato 8 ottobre alle ore 20.30, la nuova Stagione “Materia Prima” del Teatro Palladium dell’Università Roma Tre, con una programmazione particolarmente ricca ed eclettica, curata da Luca Aversano – Presidente della Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, in collaborazione con i consiglieri Silvia Carandini, Giandomenico Celata, Claudio Giovanardi e Simone Trecca. In scena l’ironico e brillante spettacolo teatrale Apocalisse Tascabile di Niccolò Fettarappa Sandri – protagonista sul palco insieme a Lorenzo Guerrieri, vincitore del Premio In-BOX 2021, del Premio della Critica Nolo Fringe 2021, del Premio Italia dei Visionari 2021 e del Premio delle Giurie Unite Direction Under 30/2020.

Uno spettacolo a doppiofondo

Uno spettacolo a doppiofondo: la fine del mondo, vista da svariate prospettive, è anche l’occasione per risvegliare in due giovani emarginati quella “debole forza messianica” che secondo Benjamin si deposita in ogni generazione, in attesa d’essere portata alla luce per scardinare il mondo. L’Apocalisse è per i protagonisti – due smaliziati apostoli under 30 – quasi un’occasione di vendetta, una rivincita presa sull’indifferenza subita, il cambiamento è incarnato dall’annuncio profetico che portano sulla scena con autoironia, rappresentando la rabbia di una generazione esclusa.
Apocalisse tascabile – una produzione Sardegna Teatro – è uno dei quattro brillanti spettacoli della rassegna “Audience Revolution” promossa dalla Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, che mira a rendere gli spettatori, soprattutto le nuove generazioni, partecipi dell’esperienza teatrale come costruzione di coscienza critica e di aggregazione sociale e culturale. Un progetto realizzato con il sostegno del FUS (MiC – Direzione Generale Spettacolo dal vivo) e con la direzione artistica di Alessandra De Luca, che rappresenta in toto il claim “Materia Prima” della nuova stagione del Teatro Palladium.

Gli altri spettacoli della rassegna: Gianni (26 ottobre) della Compagnia Baglioni/Bellani, Essere o non essere (18 novembre) di Teatro Koreja in collaborazione con Babilonia Teatri, Dall’altra parte | 2+2=? (18 dicembre) della compagnia Putéca Celidonia. Biglietti al botteghino e su Boxol https://www.boxol.it/teatropalladium: €18 intero, €12 ridotto (under 26 ed enti convenzionati), €5 ridotto studenti.

I prossimi appuntamenti

Lunedì 10 ottobre alle ore 17.30, per la rassegna cinematografica “Le decime Muse. Donne artiste al cinema” si terrà la proiezione a ingresso gratuito del noto film Frida del regista Julie Taymor. Vincitrice di due Premi Oscar e di un Golden Globe, la pellicola ripercorre la vita e l’arte della celebre pittrice messicana, attraverso l’interpretazione di un grande cast formato da Salma Hayek, Alfred Molina, Edward Norton, Antonio Banderas e Geoffrey Rush. La presentazione del film sarà a cura di Laura Iamurri (Università Roma Tre, storica dell’arte) e Veronica Pravadelli (Università Roma Tre, storica del cinema).

La rassegna, curata da Paola Besutti, Raffaella Morselli e Veronica Pravadelli, mira a valorizzare, in una prospettiva interdisciplinare, la filmografia dedicata alle donne artiste e le stesse figure femminili che di questi film sono protagoniste. Un progetto sostenuto dalla Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura, in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo.

Martedì 11 ottobre alle ore 20.00 si terrà uno speciale evento in memoria di Marco Maria Gazzano, a cura di Vito Zagarrio, Stefania Parigi, Adriana Amodei e Matteo Anastasi. Docente di Roma Tre, curatore e teorico dell’intermedialità, Gazzano è stato tra i più importanti studiosi di cinema e arti elettroniche, pioniere nella loro valorizzazione. Durante l’evento, dal titolo Comporre AudioVisioni. L’immaginazione critica di Marco Maria Gazzano, artisti, amici, colleghi e allievi si alterneranno sul palco per ricordarne la vita e l’opera, in una celebrazione collettiva tra parole, performance, musica e immagini.

Organizzatore di numerosi convegni scientifici internazionali in Italia e all’estero, dal 1984 al 1996, Gazzano ha diretto il prestigioso Videoart Festival di Locarno e, dal 1997 al 2001, Arte & Comunicazione. Biennale internazionale delle arti elettroniche, della televisione di qualità, dell’editoria multimediale a Roma. È stato autore di programmi televisivi culturali sperimentali per la Rai-Radiotelevisione Italiana, TSI-Televisione Svizzera Italiana, per la rete satellitare franco-tedesca Arte, nonché ideatore e direttore artistico di palinsesti innovativi per RaiSat. Nel periodo 1992-1995 ha rappresentato l’Italia nell’ambito del Programma Media 1 dell’Unione Europea e, dal 1999 al 2002, ha diretto il canale satellitare Ars TV Eutelsat Premium Channel per conto della Commissione Europea. Dal 2002 al 2012 ha curato, con il patrocinio della Fao, il progetto espositivo internazionale Torre della Pace. Le strategie dell’arte contro le strategie della violenza. Per la pluriennale attività di promozione delle arti elettroniche e della televisione di qualità sia in dibattiti universitari, rassegne e convegni, sia per mezzo della tv satellitare, nel 1992 è stato insignito di un riconoscimento ufficiale del Consiglio d’Europa e nel 2000 del Laser d’or dell’Associazione Internazionale per il Video nelle Arti e nella Cultura dell’Unesco.

Interverranno: Massimiliano Fiorucci – Magnifico Rettore Università degli Studi Roma Tre, Roberto Morozzo Della Rocca – Direttore Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo, Luca Aversano – Presidente Fondazione Teatro Palladium, Federica Altieri con Maria Letizia Gorga e Ermanno Baron, Silvia Bordini, Robert Cahen, Valentino Catricalà, Luigi Cinque, Alessandro Cipriani, Salvo Cuccia, Giorgio De Vincenti, Bruno Di Marino, Dario Evola, Giovanni Fontana, Rosario Galli, Sandra Lischi, Felipe César Londoño, Federica Marangoni, Giacomo Mazzone, Antonio Medici, Claudia Muratori, Luca Maria Patella, Gaia Riposati, Mario Sasso, Giancarlo Schiaffini, Fabrizio Scrivano, Lino Strangis, Marianne Strapatsakis, Carla Tatò e Giovanna Famulari, Manuel Eduardo Valiente Quevedo, Vincenzo Vita, Antonello Zanda, i colleghi e gli studenti del Dams e altri ancora…

L’evento è a ingresso libero, e si potrà seguire anche in diretta streaming sul Canale YouTube del Teatro Palladium, al link https://www.youtube.com/channel/UCwEadg0RP7cqX6qwMEl87cA.

Venerdì 14 e sabato 15 ottobre il Palladium ospiterà la manifestazione Pietro Nardini 1722-2022, sostenuta dalla Direzione Generale Spettacolo del MiC e dedicata al celebre violinista e compositore settecentesco nel tricentenario della sua nascita. La sera del 15 ottobre, alle ore 21.00, si terrà il concerto dell’Ensemble Aurora diretto dal violinista Enrico Gatti, con musiche rare dello stesso Nardini. Nella formazione: Marcello Gatti, flauto traversiere; Marie Rouquié e Enrico Gatti, violini; Cristina Vidoni, violoncello; Guido Morini, clavicembalo. Ingresso €10, biglietti al botteghino e su Boxol al link https://www.boxol.it/teatropalladium.

INFO
Piazza Bartolomeo Romano, 8 – Roma  Tel. 06 57332772
www.teatropalladium.com | www.facebook.com/teatropalladium/
E-mail: biglietteria.palladium@uniroma3.it – Tel. 06 57332772

La biglietteria del Teatro apre due ore prima dell’inizio dello spettacolo.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PotrestiLeggere

“Diario licenzioso di una cameriera”: la delicata ribellione di una donna contro il lato più oscuro dell’alta società

cameriera

La pièce di Mario Moretti, adattata e diretta da Gianni De Feo, sarà al Teatrosophia dall’11 al 13 novembre, per raccontare le contraddizioni e le depravazioni di una Belle Epoque parigina più contemporanea di quanto sembri Una malinconica villa di periferia. Una coppia di borghesucci un po’ patetici, lui alle...