NarteA presenta il nuovo format teatralizzato ANIME – OMBRE E SEGRETI DELQUARTIERE VICARIA

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Nel quartiere Vicaria, vicino la sede del tribunale di Castel Capuano, si aggirano ancora presenze inquietanti e misteriose, definite per antonomasia “fantasmi”. A furor di popolo, si raccontano fatti e misfatti accaduti in quelle vie di una Napoli dimenticata. Fantasmagoriche apparizioni di donne e uomini la cui storia è in realtà segnata tra le ombre di “causali di pagamento”. Carte infilzate dalla metà del ‘500 ad oggi, nascondono i segreti di un vissuto quotidiano, storie personali, celebri o ignote che sono giunte a noi attraverso secoli d’inchiostro. Cinquecento anni e circa diciassette milioni di nomi si rivelano dalle pagine custodite proprio in uno dei luoghi più antichi della città, Palazzo Ricca.
Intrecciandosi suggestivamente alle antiche calligrafie degli impiegati addetti alla rendicontazione, prende vita un’esperienza sensoriale, fatta di immagini e suoni, che svela le presenze e le voci conservate nell’Archivio storico del Banco di Napoli. Un labirinto di 330 stanze che ricalca il labirinto della memoria individuale e collettiva: su un arco temporale di circa 500 anni si snodano storie che riguardano opere d’arte, aspetti insoliti dell’economia, dei costumi e della società napoletana, di uomini illustri, ma anche storie del popolo, tra schiavitù, epidemie e devozione.
NarteA presenta queste anime incastonate e archiviate non solo dalla volontà dell’uomo, ma della “cosa”: la sera del 6 e 7 gennaio (dalle ore 18:30) va in scena “Anime – Ombre e segreti del quartiere Vicaria“, una visita guidata teatralizzata con Sergio Del Prete, Annarita Ferraro e Serena Pisa che incarnano personaggi del passato vissuti tra questi vicoli. Come la vita di un libro anche quella dell’uomo ha una durata variabile, legata al caso, alla sorte di circostanze imprevedibili. Eppure l’uomo ha cessato di essere spettro dell’uomo nel momento in cui ha dato un valore stimabile alla sua vita. In questo luogo, quando varcò la porta, scelse di ingannare se stesso, mentre altri decisero di ingannare la morte. A cavallo tra il seicento e il settecento, molte furono le vicende di donne innocenti e uomini influenti, che solo nello scorrere del tempo ricevettero un adeguato “pagamento”.

Alla fine dell’evento, è prevista una degustazione di vino campano. Il costo del biglietto è di 12 euro a persona e la prenotazione è obbligatoria 3397020849 – 3809049909. Ridotti ragazzi e omaggi bambini.

 
Per raggiungere il Museo multimediale “ilCartastorie”, è possibile arrivare in piazza Garibaldi o in via Duomo e proseguire per via dei Tribunali n°214 (zona storico Tribunale – Castel Capuano).

 

 

“ilCartastorie” è un luogo non convenzionale. Grazie al suo Archivio, il più grande archivio storico bancario del mondo, vuole diventare un vero hub culturale, un atelier di creatività e uno spazio di esperienze, fondato sulle testimonianze conservate da secoli che diventano fonte di ispirazione per la grande quantità di storie narrate al suo interno, sia di personaggi famosi che di gente comune. L’obiettivo è dare nuova vitalità a questi documenti attraverso le più svariate forme espressive: dal teatro alla letteratura, dalle arti audiovisive a quelle figurative.

 

Da sempre attente al patrimonio culturale e al territorio, la Fondazione Banco di Napoli e l’Associazione culturale NarteA annunciano l’ufficiale apertura del museo nel weekend e nei festivi con le visite guidate previste il sabato (ore 10:30-12:00-15:00-16:30) e la domenica(ore 10:30-12:00), su prenotazione obbligatoria è possibile anche effettuare visite durante la settimana (escluso il mercoledì). L’ingresso al museo ha un costo di 5 euro (intero), mentre – con soli 2 euro in più – il biglietto con la visita guidata ha un costo di 7 euro per gli adulti e di 5 euro per i ragazzi (13-17 anni). E’ previsto sempre l’omaggio per i bambini (0-12 anni). Esistono sconti famiglia, gruppi e per scolaresche. Inoltre, le visite guidate sono disponibili anche in lingua inglese.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PotrestiLeggere

II episodio di “Fantasmagoria”, la nuova web serie firmata da Byron Rink

fantasmagoria

Il 2 luglio esce il secondo episodio di “Fantasmagoria: fantasmi nella rete”, la web serie ideata e creata dal cantante indie-rock Byron Rink durante il periodo del lockdown, con l’amichevole partecipazione di Tom Savini (Creepshow, George A. Romero, 1982; Django Unchained, Quentin Tarantino, 2013), la collaborazione del regista del fanta-horror Luigi Cozzi (Contamination, 1980; Hercules, 1983; I piccoli maghi di Oz, 2018)...