“Che Sciccheria!” a Teatro con il Principe sulle note del buon gusto

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Maurizio Merolla, funambolo delle scene, presenterà, al Teatro Immacolata di Napoli, uno spettacolo comico-musicale, dedicato al pubblico amante del Varietà.
Tutti a lezione di bon ton dal Principe napoletano Ultimo de Nobilis, maestro di eleganza e di buone maniere, già noto tombeur de femmes, che vive ritirato nel suo castello in Alta Irpinia, lontano dagli affanni della modernità e dal caos della sua cara Napoli.
In un’epoca dove il villanzone, la maleducata, lo sguaiato, l’urlona, il cafone…sono i personaggi più ricercati dalla televisione, e fanno audience…il dubbio del Principe nasce spontaneo: “oggi essere educati serve a qualcosa?”, visto che alle pessime maniere ci stiamo troppo abituando…e se sei una persona educata non piaci…allora ribelliamoci!!!
Gentiluomo all’antica, il Principe di Merolla conduce una crociata personale contro le tendenze trash e l’invadenza dei social network, per il ristabilimento delle norme del galateo, fondando il Partito Scic.
Il Principe è coadiuvato ed ostacolato dal suo spiritoso valletto Ludovico (Maurizio De Angelis), snob tanto quanto il suo padrone. Tra esilaranti voci, volti e personaggi catapultati sulla scena per presentare il suo programma educo-politico, tra sketch e balletti, risponde a improbabili lettere che chiedono consigli di vita, sul bon ton e sul comportamento, e interagisce col pubblico in sala con ritmo e coinvolgimento sempre garbato, anche con prove e lezioni di galateo. Attraverso il racconto della sua vita dissoluta e old style che conduce nell’elegante atmosfera del castello, al suono di spensierate canzonette degli anni Trenta, cui danno voce il cantante di corte (Genny Nugnes) e il pianista (Nunzio Ricci), con il gusto della farsa, ci saranno le gustose incursioni di una giornalista tv (Flavia Chiarolanza), una Principessa (Liliana Palermo), un discutibile Sindaco (Antony Delle Donne) con la sua rozza consorte (Rita Aurigemma) ed il sexy balletto Scic arricchito dalle sinuose e divertenti soubrette (Chiara Campochiaro, Francesca e Patty D’Avino, Rosa Giordano, Maria Orlando e Chiara Puorto) su coreografie di Carla Borriello.
Uno spettacolo per tutti! Fortemente satirico, con battute fulminanti da parte di tutti i personaggi.

“Utile per gli adulti. Istruttivo per i giovani.
Indispensabile per i maleducati!”
Varietà per varie età, sano divertimento per tutti!


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PotrestiLeggere

“Diario licenzioso di una cameriera”: la delicata ribellione di una donna contro il lato più oscuro dell’alta società

cameriera

La pièce di Mario Moretti, adattata e diretta da Gianni De Feo, sarà al Teatrosophia dall’11 al 13 novembre, per raccontare le contraddizioni e le depravazioni di una Belle Epoque parigina più contemporanea di quanto sembri Una malinconica villa di periferia. Una coppia di borghesucci un po’ patetici, lui alle...