Spettacoli di teatro danza di Akerusia per la Stagione estiva a Sala Ichòs

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
teatro

Un fine settimana dedicato al teatro danza a Sala Ichòs per la Stagione estiva che riprende la rassegna Oltre la linea, ideata e curata da Rosario Liguoro. Gli spettacoli in scena sono prodotti da Akerusia Danza.

Sabato 22 giugno, alle 21, Fabrizio Varriale è autore e interprete di “Deviazione della rondine.  Accordo tra corpo, voce e musica”. L’assistente alla coreografia è Chiara Alborino, le musiche di Elio De Nicolo e Rachmaninov, il disegno luci di Ciro Di Matteo e la direzione e il coordinamento di Elena D’Aguanno.

Progetto teatrale

Il progetto teatrale e performativo indaga la dimensione onirica, la paura di cadere e il desiderio di volare, l’aspirazione dell’essere umano al sogno e la riconciliazione del giorno con la notte.

In questo monologo danzato, Fabrizio Varriale ci porta a vivere la ritualità del teatro e della danza, immergendosi in una composizione di scene evocative e momenti rituali dedicati all’ universo onirico.

Una voce che diviene l’espressione del contenuto psichico, del rimosso, un atto di guarigione sciamanico, un’evocazione di immagini e memorie, per aprire un varco nella dimensione della notte e dell’umano.

A seguire, si terrà l’esito performativo di “Voices”, il laboratorio di scrittura corporea e drammaturgica condotto Chiara Alborino e Fabrizio Varriale.

Domenica 23 giugno, alle 19, Chiara Alborino e Fabrizio Varriale saranno in scena insieme con “Urgente restare” con i testi drammaturgici di Giuseppe Pompameo, Enrico Manzo. Il coordinamento e la direzione artistica sono Elena D’Aguanno, le voice over di Kalina Georgieva e Fabrizio Varriale e il disegno luci di Ciro Di Matteo.

Un processo danzato fatto di riflessioni sulla distanza interiore che può segnare lo spazio della relazione tra due persone ed il desiderio di trattenere i momenti vissuti sia passati che presenti, facendo in modo che restino impressi nella memoria, crediamo che questo sia quello che succede in ogni rapporto umano e d’amore tra le persone. La ricerca coreografica e teatrale, è liberamente ispirata alla contrapposizione di due visioni artistiche, la prima è quella derivante dalle opere di Marc Chagall che nelle sue figurazioni pittoriche rievoca la memoria con un trasporto emotivo e fortemente onirico, e la seconda è quella della fotografa India Lawton che al contempo sembra giocare sofferente con l’idea di essere dimenticati e cancellati.

 

Sala Ichòs

Via Principe di Sannicandro 32/A – San Giovanni a Teduccio (NA)

Fermata metro linea 2: San Giovanni a Teduccio – Barra

 

Lo spazio è dotato di ampio e gratuito parcheggio.

Info e prenotazioni: whatsapp 366 871 1689 – mail itinerarteass@gmail.com

 

È previsto un servizio navetta gratuito con prenotazione obbligatoria 338 9025 758

 

Biglietto intero 10 euro – ridotto 8 euro under 25 anni, over 65 anni, disoccupati; 5 euro allievi di scuole di danza e teatro

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PotrestiLeggere

Opera didascalica a Teatro alla Deriva 30 giungo alle Terme Stufe di Nerone

opera

Domenica 30 giugno, alle 21:15, alle Terme - Stufe di Nerone (Bacoli-NA), inizia la tredicesima edizione della rassegna TEATRO alla DERIVA (il teatro sulla zattera), ideata da Ernesto Colutta e Giovanni Meola, che ne firma la direzione artistica per il dodicesimo anno. Sulla zattera / palcoscenico Ctrl+Alt+Canc presenta “Opera didascalica”, scritto e diretto da Alessandro Paschitto,...