Homologia, della compagnia DispensaBarzotti







Si chiude con Homologia, della compagnia DispensaBarzotti, venerdì 18 maggio alle ore 21 la terza edizione della stagione teatrale salernitana Mutaverso Teatro, sostenuta dal Comune di Salerno e, tra gli altri, dalla Fondazione CARISAL Cassa di Risparmio Salernitana. La compagnia fa ritorno all’Auditorium Centro Sociale (Salerno, via Cantarella 22) dopo il successo dello spettacoloVictor presentato lo scorso febbraio. Homologia racconta la solitudine di un anziano in un paesaggio metropolitano, osservato con poesia e trasfigurazione onirica. In scena, appunto, un vecchio, solo, in un perenne dormiveglia che lo fa procedere per inerzia in un congegno meccanico che sembra non potersi arrestare. Gli unici contatti con il mondo esterno sono le parole della televisione e gli inserti dei giornali. Un’altra immagine di se stesso sembra prendere vita e risvegliare il suo corpo intorpidito. La luce irrompe, le ombre si moltiplicano, i confini tra realtà e immaginazione si fanno sempre più labili. Nutrito di legami con le arti visive e il teatro di figura, “Homologia” è uno spettacolo che catapulta lo spettatore in una situazione emotiva e ipnotica, tale da far esperire un viaggio interiore, negli strati più profondi e arcaici dell’essere. Segnalato al Premio Scenario 2015 e finalista al premio In-Box 2017, e già applaudito nel 2016 durante la prima edizione della stagione Mutaverso Teatro, torna a gran richiesta a Salerno per volontà del direttore artistico, Vincenzo Albano che puntualizza: «Dopo aver ospitato a febbraio la prima regionale di “Victor”, mi è sembrato opportuno, quasi naturale, accogliere nuovamente “Homologia”, spettacolo molto gradito al pubblico salernitano, che infatti me lo ha richiesto; mi piace l’idea di aver dedicato a DispensaBarzotti, compagnia giovanissima e promettente, una sorta di retrospettiva all’interno di Mutaverso Teatro, stagione che da tre anni diffonde cultura promuovendo sul territorio campano la conoscenza delle principali realtà teatrali italiane, emergenti e non».







Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 533 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*